In caso di cefalee bisogna rivolgersi al medico curante o allo specialista ?

J. Lutz / Febbraio 2013

Quasi ogni persona talora soffre di mal di testa, soprattutto in caso di malattia, stanchezza o eccessivo sovraccarico. La maggior parte delle cefalee scompare da sé od è trattabile con semplici rimedi popolari o farmaci da banco per i quali non è necessario avere alcuna prescrizione medica. Spesso non è necessario per questo consultare un medico a causa delle cefalee.

Quando bisogna contattare un medico ?

  • Mal di testa frequenti
  • Mal di testa che non vengono adeguatamente controllati mediante comuni farmaci da banco  
  • Mal di testa che interferiscono con la vita quotidiana regolarmente
  • Mal di testa che probabilmente possono essere pericolosi (vedi „mal di testa pericolosi“)

Il suo medico emetterà una diagnosi in base alla sua descrizione del ma di testa (anamnesi) e tramite un’accurata visita;  in seguito deciderà se sono necessari ulteriori esami diagnostici.

Prima di recarsi dal medico è opportuno annotare alcune informazioni circa il proprio mal di testa. Per esempio, quando sono iniziati i dolori, come si sviluppano, quanto durano, qual è la frequenza con cui si verificano e se vi sono dei fattori scatenanti. Esistono per questo appositi calendari del mal di testa, che possono essere di aiuto per il medico.  

Se vi è il sospetto che la natura della cefalea non sia benigna, o in caso di difficoltà nel controllo del dolore o abuso di analgesici, il medico potrà consigliare un’ulteriore consultazione presso un neurologo, ovvero lo specialista per malattie del sistema nervoso.

A seconda del caso, potranno essere consigliati accertamenti quali una TAC o una MRI cerebrale ed eventuali esami del sangue, od altri esami cui piu’ raramente si fa ricorso (es. puntura lombare).

Non appena sia stabilita una diagnosi, il medico discuterà con lei possibilità terapeutiche, sia farmacologiche che non farmacologiche (es. esercizi di rilassamento, regole di comportamento) e costituirà con lei un piano terapeutico.

In base all’effetto delle cure potranno o meno rendersi necessari periodici controlli neurologici, o alternativamente dal medico curante.